Seleziona una pagina

Forse nel 3000

Feb 2000

E’ già ora di parlare del 3000.
Forse nel 3000 gli Africani finalmente conosceranno i pizzoccheri alla Valtellinese. Forse nel 3000 l’Africa non dovrà più numerare le razze degli animali. I bianchi che mangiano i neri come a scacchi sarà solo un ricordo, sapremo finalmente se un avvoltoio è gay o se una iena ha problemi di linea. Nel 3000 non ci saranno più zebre disoccupate o rinoceronti punk e le iene non saranno più rifiutate da tutti gli animali per i loro difetti che oggi vincono sui pregi 6-0 / 6-0.
La iena si chiamerà “Iena”. Perché una iena di nome Iena e non Elena o Patrizia ?
Perché la iena, essendo un animale solitario, disprezza le ricorrenze e assolutamente odia gli auguri di onomastico, quindi niente nomi comuni. Nel 3000 tutta l’Africa scoprirà che il Marabù è l’essere vivente più spettinato del mondo dopo la formichina rossa e con il passare dei secoli si è evolverà e sarà, oltre a un eccellente comico ed un intelligente operatore ecologico, il proprietario di una catena di negozi alimentari.
Nel 3000 , grazie all’elettronica, capiremo un Leopardo mentre sta parlando con un Ghepardo e la loro chiacchierata, fatta di frasi tipo “Uccidere per mangiare non è uccidere”, si candiderà al Nobel per la Pace.
Nel 3000 in Africa arriveranno i panda ; non di certo in autostop che, data la mancanza del pollice, è l’unica cosa che non può fare oltre, naturalmente, a non potere giocare a biglie. Un giorno sì e un giorno no ,sarà la stagione degli amori…No ! Scusate ! Saranno i giorni in cui il sole faticherà a tramontare e gli alberi vinceranno , con le loro ombre, la lotta per gli spazi…ossia saranno pieni di foglie…cioè, saranno belli verdi. Va bè, comunque , nel 3000 in Africa nessuno si stupirà più di vedere un Cow-boy alla cassa cambiali di una banca indiana o il leggere che si stanno organizzando dei concerti di cicale a favore delle formichine ebree. Mi potrebbe andare bene tutto, l’importante che nel 3000 in Africa non ci siano più persone che muoiono bevendo un po’ d’acqua marcia, non tanto per quel popolo a noi così lontano quanto per dare a loro la possibilità di aiutarci …. e nel 3000, se andiamo avanti così, ne avremo bisogno !